Search for contacts, projects,
courses and publications

Pragmatic Linguistics

Description

Contenuti

«La profondità va nascosta: dove? Alla superficie», dice Calvino citando Hoffmansthal (Calvino 1988: 74). Il corso proporrà l’analisi di diversi strati della produzione del senso nei testi e nell’interazione dialogica a partire dalle increspature e da ciò che affiora alla superficie dei discorsi. Si tratterà soprattutto di descrivere le micro- e macro-scelte stilistiche che implicano variazioni di intensità espressiva e modulano gli atti linguistici compiuti. L’idea di base è quella della pragmatica come costruzione della identità discorsiva, che è una co-identità negoziata fra gli interlocutori.

Come principale strumento di analisi si userà il modello di pragmatica integrata che ha come base il concetto di mitigazione (Caffi 2001) e raccorda prospettive di ricerca eterogenee quali la retorica classica, la stilistica dei discorsi (Bally, Terracini, Spitzer), l’analisi conversazionale (cfr. Levinson 1993 [1987], cap. 6, Fele 2007, capp. 1, 2), alcuni specifici modelli di psicologia dell’interazione (Haley, Beavin-Bavelas, cfr. Caffi 2001, cap. 4).

Tra i meccanismi di mitigazione saranno presi in esame diversi tipi di ‘schermi’ (Caffi 2007), cioè allontanamenti dall’ego, hic, nunc dell’enunciazione, oltre a strategie testuali e digressive (side sequences) che servono sia a proteggere il parlante sia a evitare conflitti con l’interlocutore. Ci si interrogherà sulle funzioni pragmatiche di fenomeni quali il discorso riportato (Calaresu 2004), le ‘isole testuali’ e le modalizzazioni autonimiche (Authier-Revuz 1978, 2004), le espressioni evidenziali (Greco 2012), le strategie di oggettivazione (Boucha 1994, Caffi, 2007, cap. 11, Miecznikowski 2009), le ‘forme sapienziali’ e gnomiche (Cardona 2006 [1987], 167-169, Spitzer 2007).

Obiettivi didattici

Gli studenti

  • saranno in grado di cogliere connessioni tra prospettive teoriche e metodologiche diverse;
  • conosceranno nozioni pragmatiche di base come quella di mitigazione;
  • impareranno a metterle in relazione, sul piano teorico, con procedimenti stilistici e testuali;
  • impareranno a riconoscere e interpretare i procedimenti in questione nei discorsi orali e scritti.

Modalità didattiche

Lezioni ex cathedra ed esercizi di lettura e di analisi testuale.

Modalità di valutazione

Esame scritto. La bibliografia d’esame sarà fornita all’inizio del semestre.

Bibliografia

  • Authier-Revuz, Jacqueline (1978). Les formes du discours rapporté. Remarques syntaxiques et sémantiques à partir de traitements proposés. DRLAV 17 (1-87).
  • Authier-Revuz, Jacqueline (2004). Parler des mots: le fait autonymique en discours. In: J. Authier-Revuz, M. Doury, S. Reboul-Touré. Paris, Presses de la Sorbonne nouvelle (67-96).
  • http://syled.univ-paris3.fr/colloques/autonymie-2000/theme1/authierrel.pdf
  • Boucha, Abdelmadjid Ali (1994). L’énoncé généralisant: statut et enjeux. In: C. Plantin (a cura di), Lieux communs, topoi, stéréotypes, clichés. Paris: Kimé (312-322).
  • Caffi, Claudia (2001). La mitigazione. Un approccio pragmatico alla comunicazione nei contesti terapeutici. Münster: LIT.
  • Calaresu, Emilia (2004). Testuali parole. Milano: Franco Angeli.
  • Calvino, Italo (1988). Lezioni americane: sei proposte per il prossimo millennio. Milano, Mondadori.
  • Cardona, Giorgio Raimondo (2006). Introduzione all'etnolinguistica. Torino, UTET Università (165-177) (1a ed.: Torino, Loescher, 1987).
  • Fele, Giolo (2007). L’analisi della conversazione. Bologna, Il Mulino.
  • Greco, Paolo (2012). Evidenzialità. Storia, teoria e tipologia. Roma: Aracne.
  • Levinson, Stephen C. (1993). La pragmatica, cap. 6. Bologna: Il Mulino (ed. originale Pragmatics, Cambridge: Cambridge University Press, 1983).
  • Miecznikowski, Johanna (2009). ‘Recita il testo...’: il rinvio a fonti scritte nella stampa economico-finanziaria. Working paper.
    https://ssl.lu.usi.ch/entityws/getattachment.ashx?gidattachment=D53C8ADD-D747-41C8-A6F1-1F3EA4927A95&_ga=2.259963018.1658416083.1595085221-1176732417.1579531780
  • Spitzer, Leo (2007). Lingua italiana del dialogo (a cura di Claudia Caffi e Cesare Segre, trad. it. di Livia Tonelli). Milano, Il Saggiatore (ed. originale: Italienische Umgangssprache, Bonn/Leipzig: Schroeder, 1922).

People

 

Caffi C.

Course director

Additional information

Semester
Spring
Academic year
2020-2021
ECTS
3
Language
Italian