Search for contacts, projects,
courses and publications

Contemporary History

Description

Modulo I - Sonia Castro Mallamaci

 Contenuti

 I diritti umani nella storia.

Il corso è dedicato all’affermazione ed evoluzione storica dei diritti umani, in quanto idea prodotta dalla storia, i cui fondamenti sono oggetto oggi di un dibattito sempre più vasto e ramificato e di un’attenzione costante. Richiamando brevemente la fase della teorizzazione e dichiarazione dei diritti tra Sei e Settecento, il modulo si concentrerà sucessivamente sull’età contemporanea, dalla loro positivizzazione nel corso del XIX secolo, in concomitanza con l’affermazione di forme statuali costituzionali e parlamentari, fino alla loro moltiplicazione e internazionalizzazione nel XX secolo.
Il concetto di diritti umani è considerato nella sua accezione più ampia, comprendente i diritti civili, politici, economici e sociali, ma anche i diritti delle donne, come è stato affermato nella Dichiarazione delle Nazioni Unite di Pechino del 1995, che costituisce oggi il principale riferimento internazionale sui diritti delle donne. Quest’ultima afferma infatti che la piena attuazione dei diritti delle donne e delle bambine costituisce parte integrante e inalienabile dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

La storia dei diritti è quindi intesa come un filtro attraverso il quale leggere la contemporaneità, nelle sue alternanti fasi di affermazione e negazione dei principi democratici, sia sul piano interno che su quello internazionale.

Obiettivi

 Il corso ha i seguenti obiettivi formativi specifici:

  • comprendere l’origine e l’evoluzione dei diritti umani nel contesto storico di riferimento
  • acquisire strumenti analitici e di comprensione funzionali all’analisi di questioni tuttora aperte concernenti l’applicazione e la tutela dei diritti umani

Modalità didattiche

 Le lezioni si suddividono in lezioni frontali e dialogate di inquadramento storico generale, realizzate mediante slides, saggi storiografici, fonti audio-visive e scritte, e momenti laboratoriali, dedicati all’approfondimento di tematiche specifiche. Le esercitazioni laboratoriali verrranno svolte soprattutto partendo dall’analisi di fonti primarie e potranno anche comprendere momenti dedicati alle presentazioni orali da parte degli studenti.

Frequenza

 La frequenza del corso è da considerarsi obbligatoria. Per i non frequentanti verranno fornite indicazioni volte al recupero dei contenuti sulla piattaforma Icorsi

Modalità di valutazione

 Il modulo verrà certificato mediante un esame scritto alla fine del corso.

La valutazione dello scritto tiene conto dell’esaustività e maturità critica delle risposte, nonché dell’uso di un lessico storico adeguato.

Bibliografia

 Programma d'esame e testi adottati

Il programma d’esame verte sull’insieme dei temi, della bibliografia e delle fonti che verranno proposti durante le lezioni e indicati sulla piattaforma Icorsi.

È richiesta in particolare la conoscenza dei seguenti saggi:

  1. Alessandra Facchi, Breve storia dei diritti umani. Dai diritti dell’uomo ai diritti delle donne, Bologna, Il Mulino, 2013.
  2. Marcello Flores, Storia dei diritti umani, Bologna, Il Mulino, 2008 (pp. 133-217)
  3. Antonio Cassese, I diritti umani oggi, Roma-Bari, Laterza, 2005, (pp. 28-53).

Modulo II - Luigi Lorenzetti

 Contenuti

 Migrazioni e migranti in Svizzera, XIX-XX secolo. Dinamiche sociali, vita politica e riflessi identitari.
Nel corso della sua storia, la Svizzera è stata contraddistinta da consistenti e incessanti movimenti migratori che, attraverso dinamiche transnazionali, ne hanno modellato in profondità l’identità sociale e culturale, sia quale paese di emigranti che legano la loro vita alle vicende storiche europee e degli altri continenti, sia quale paese di accoglienza per numerose persone alla ricerca di lavoro o di rifugio.
Il corso si propone di illustrare le varie forme migratorie – ovvero sia gli espatri che i flussi immigratori – che hanno caratterizzato la Confederazione tra il XIX e il XX secolo e di analizzare in quale modo esse hanno influenzato e modellato la vita economica, sociale, politica e culturale del paese. Seguendo un percorso cronologico, il corso prende in esame i quadri congiunturali e sociali entro i quali hanno preso forma le principali correnti migratorie (interne e internazionali) del XIX e del XX secolo, mettendo in evidenza le costanti e le rotture del fenomeno nel quadro dei diversi sistemi migratori presenti nello spazio elvetico. Viene inoltre analizzata l’evoluzione dei processi di regolazione attuati attraverso le politiche migratorie e di integrazione degli stranieri. Sono infine messe in risalto le dinamiche dei regimi migratori prendendo in esame i sistemi di valore (formali e informali) che hanno influenzato gli atteggiamenti, i quadri discorsivi e le rappresentazioni elaborate dalla società svizzera nei confronti delle mobilità e della presenza straniera nella Confederazione.

Frequenza

 È richiesta la presenza ad almeno la metà delle lezioni. La frequenza regolare è fortemente consigliata.

Obiettivi didattici

  • Offrire agli studenti un quadro d’insieme della storia svizzera del XIX e XX secolo letta attraverso i fenomeni migratori e i processi economici, sociali e politici che li accompagnano
  • Per gli studenti, il corso si prefigge di:
  1. Sviluppare analisi critiche – in forma orale e scritta – di testi scientifici e di fonti di varia natura
  2. Esercitare la capacità di formulare problematiche di lavoro attorno a tematiche storiografiche
  3. Acquisire un lessico storiografico di base
  4. Esercitare l’elaborazione di sintesi e proporre semplici ipotesi interpretative di situazioni storiche

Modalità didattiche

 Le lezioni si svolgono in forma mista, con insegnamenti frontali (corredati da slides e documenti di varia natura messi a disposizione sulla piattaforma iCorsi3) e un’attività seminariale basata su presentazioni orali, da parte degli studenti, di temi di approfondimento basati di fonti di vario genere e testi inerenti alle tematiche del corso.

Modalità di valutazione

L’esame viene svolto in forma scritta, congiuntamente all’esame relativo al corso di Storia contemporanea – Modulo I della prof.ssa Sonia Castro. L’esame finale verte su:

  • L’insieme dei temi presentati dal docente durante il corso.
  • Una selezione di capitoli del seguente volume: P. Holenstein, P. Kury, K. Schulz, Storia svizzera delle migrazioni. Dagli albori ai nostri giorni, Locarno, 2020.

La valutazione del Modulo II comprende la nota dell’esame scritto e la nota del lavoro di seminario secondo la seguente ponderazione: esame scritto: 70%; lavoro di seminario: 30%.

La valutazione finale risulta dalla media degli esami dei due moduli (I e II) di Storia contemporanea.

Bibliografia

 Lettura obbligatoria per l’esame

  • Holenstein A., Kury P., Schulz K., Storia svizzera delle migrazioni. Dagli albori ai giorni nostri, Locarno, A. Dadò, 2021 (capitoli scelti)

Letture facoltative

  • Arlettaz G., Arlettaz S., La Suisse et les étrangers. Immigration et formation nationale (1848-1933), Lausanne, Antipodes, 2004.
  • Piguet E., L'immigrazione in Svizzera. Sessant’anni con la porta semiaperta, Bellinzona, Casagrande, 2009.
  • Ricciardi T., Breve storia dell’emigrazione italiana in Svizzera. Dall’esodo di massa alle nuove mobilità, Roma, Donzelli, 2018

People

 

Castro Mallamaci S.

Course director

Lorenzetti L.

Course director

Additional information

Semester
Spring
Academic year
2021-2022
ECTS
6
Language
Italian
Education
Bachelor in Communication, Core course, Specializzazione Cultura e tecnologie digitali, 2nd year
Bachelor of Arts in Italian Language, Literature and Culture, Core course, 2nd year