Comunicazione visiva

Descrizione

Obiettivi
Il corso ha l’obiettivo di far conoscere agli studenti le caratteristiche distintive della comunicazione visiva fornendo loro concetti e strumenti di lettura, analisi e interpretazione di testi visivi in diversi contesti storici e culturali.

Contenuti
Parte I: Storia e culture della comunicazione visiva
Sono presentati dei casi esemplari di forme visive tratti da diversi contesti storici e culturali attraverso i quali apprendere e confrontare distinte modalità di leggere e costruire il messaggio visivo. Lo sviluppo del concetto di icona e il ruolo dei segni plastici, in distinte tradizioni e religioni; la nascita dell’immagine moderna e il rapporto tra costruzione dell’immagine e evoluzione tecnologica; gli effetti dell’invenzione della stampa sulla cultura dei segni visivi; la crisi dell’immagine moderna e alcuni percorsi dell’arte contemporanea che sanciscono l’autonomia comunicativa dei segni plastici.

Parte II: Semiotica e retorica dell’immagine visiva
Concetto di segno visivo (iconico e plastico) distinto da quello linguistico. Specificità del canale visivo e dei procedimenti della trasmissione del segno visivo. Fondamenti percettivi del sistema visivo ed elementi percepiti (campo, limite, linee e contorno; fondo, figura, forma; figure; testura e composizione; figura colorata). Elementi, concetti e strumenti di analisi e decodifica formale e semantica di un testo visivo (i concetti di tipo e di significazione, i concetti di formema/cromema/ testurema come struttura semiotica). Figure e tropi nella retorica iconico-plastica: l’esempio della cornice. Traduzione semiotica di opere complesse. Distinzione tra segnaletica e sistema segnico visivo. Il ruolo del riduttore semantico.

Impostazione pedagogico-didattica
Il corso è basato su lezioni frontali ed esercitazioni. Sono analizzati in aula esempi significativi della comunicazione visiva, sia complessi a livello artistico e storico sia più comuni tratti dall’esperienza quotidiana e professionale.

Modalità d’esame
La verifica avviene tramite un esame scritto sui principali elementi teorici espressi nel corso e su un’analisi di un testo visivo assegnato. Verrà svolta una prova intermedia facoltativa relativa a contenuti teorici che costituisce il 30% del voto finale.

Riferimenti bibliografici
Dispense, documenti e indicazioni bibliografiche specifiche saranno messi a disposizione durante il semestre. Strumento principale è la piattaforma iCorsi (www.icorsi.ch).

I principali testi di riferimento sono:
Groupe μ. (1992). Traité du signe visuel. Pour une rhétorique de l’image, Paris: Editions du Seuil.
Amadò, M. (2007). «Existe-t-il des signes visuel?». Rivisitazione del Traité du signe visuel del Groupe μ, L’Analisi Linguistica e Letteraria, 15: 7-23.
Amadò, M. (2007). L’ambiguo statuto del fatto visivo: sistema di segni o sistema segnico, Studies in Communication Sciences 2: 129-150.
Cigada, S. (1988). I meccanismi del senso: il culminatore semantico. In: Rigotti, Eddo & Cipollini, Carlo (eds.). Ricerche di semantica testuale. Brescia: editrice La Scuola.

Persone

 

Amadò M.

Docente titolare del corso

Informazioni aggiuntive

Semestre
Autunnale
Anno accademico
2016-2017
ECTS
6
Offerta formativa
Bachelor of Arts in Lingua, letteratura e civiltà italiana, Corso di base, 2° anno

Bachelor of Science in Scienze della comunicazione, Corso di base, Conoscenze di base, 2° anno