Ricerca di contatti, progetti,
corsi e pubblicazioni

Letteratura del Settecento e del primo Ottocento

Descrizione

Scrittura e illustrazione nei Promessi sposi: dai margini al centro
La fortuna illustrativa dei Promessi sposi è precoce, inaugurata prima ancora della distribuzione della Ventisettana da una serie di litografie «tratte dalle migliori situazioni del romanzo» progettate dalla Casa Ricordi, e proseguita poi con le prime ristampe (non autorizzate) della prima edizione. Manzoni ha dunque degli antecedenti, quando nel corso della lunga rielaborazione del romanzo, che porterà alla pubblicazione a dispense della Quarantana, avvia il suo progetto illustrativo, volto non solo a riappropriarsi dell’interpretazione visiva del testo, ma prima ancora a impedire future ristampe pirata del romanzo (intento che si rivelerà illusorio). Si sviluppa così l’intensa collaborazione “editoriale” tra Manzoni e Francesco Gonin, a capo di un’intera équipe di vignettisti, sorvegliata e guidata, a stretto contatto, dall’autore: una collaborazione che vedrà l’elemento illustrativo spostarsi dai “margini” della pagina scritta all’interno del testo, a volte della stessa sua sintassi, diventandone parte integrante, espressione di una duplice volontà autoriale.
A partire da un’introduzione sullo statuto dell’illustrazione tra Sette- e Ottocento (quando il fenomeno è in crescita, a fronte sia di nuove tecniche, sia dell’allargamento del mercato editoriale e dei suoi settori popolari), il corso si articolerà lungo tre assi, cercando di inquadrare la centralità dell’elemento peritestuale dell’illustrazione nel romanzo manzoniano: (1) nell’ottica storico-filologica dell’Officina (visiva) dei “Promessi sposi”; (2) in quella interpretativa della relazione (e interazione) tra parola e immagine; (3) infine, con sguardo alla fortuna della sua tradizione illustrata, che subisce omissioni e sostituzioni, imitazioni e reinterpretazioni, rivelando così modalità della ricezione stessa del romanzo, inteso qui come insieme di parola e immagine.

Modalità d’esame
Scritto in sessione.

Bibliografia

Testi e documenti:
- A. Manzoni, I Promessi Sposi, a cura di S. S. Nigro, collaborazione di E. Paccagnini per la Storia della colonna infame, t. II, I Promessi Sposi (1840), Storia della Colonna infame, Milano, Mondadori, 2006 (1a ed. 2002).
- Id., I promessi sposi, la Storia della colonna infame, edizione diretta da F. De Cristofaro, commento di F. De Cristofaro e M. Viscardi (I promessi sposi), M. Palumbo (Storia della colonna infame), commento alle immagini di G. Alfano, Milano, Rizzoli, 2014.
- Id., Tutte le lettere, a cura di C. Arieti, con un’aggiunta di lettere inedite o disperse a cura di D. Isella, Milano, Adelphi, 1986.
- M. Parenti, Manzoni editore. Storia di una celebre impresa manzoniana illustrata su documenti inediti o poco noti, Bergamo, Istituto italiano di arti grafiche, 1945.
- Immagini manzoniane: bozze delle illustrazioni per l’edizione de ‘I Promessi sposi’ del 1840, a cura di G. Mura e M. Losacco (http://www.braidense.it/dire/immpsposi/immmanz.htm ).
- A. W. Schlegel, Sui disegni ispirati a poesie e sugli schizzi di John Flaxman, «Athenaeum», iv, agosto 1799; ora in G. Cusatelli (a cura di), Athenaeum 1798-1800. Tutti i fascicoli della rivista di - - A.W. Schlegel e F. Schlegel. Contributi di Novalis, J. L. Tieck e A. L. Hülsen, Traduzione, note e apparato critico di E. Agazzi e D. Mazza, Postfazione di E. Lio, Milano, Bompiani, 2009, pp. 459-493.

Studi e strumenti:
- G. Alfano, Il sistema delle illustrazioni, in A. Manzoni, I Promessi Sposi. Storia della colonna infame, ed. dir. da F. De Cristofaro cit., pp. 1263-1284.
- A. Baldini, Manzoni aiuto-regista, in Id., “Quel caro magon di Lucia”. Microscopie manzoniane, Milano-Napoli, Ricciardi, 1956, pp. 157-164.
- S. Barelli, Un romanzo per immagini. Testo verbale e testo iconico nei ‘Promessi sposi’ illustrati del 1840, «Archivio storico ticinese», XXVIII, 1991, fasc. 109, pp. 193-228.
- A. N. Bonanni, Manzoni e l’edizione illustrata del romanzo, in Ead., Editori, tipografi e librai dell’Ottocento. Una ricerca nell’Epistolario di Manzoni, Napoli, Liguori, 1988, pp. 96-134.
Book Illustration in the Long Eighteenth Century. Reconfiguring the Visual Periphery of the Text, ed. by C. Ionescu, Cambridge, Cambridge Scholars Publishing, 2011 (in particolare: C. Ionescu, Introduction, pp. 1-52).
- M. Bricchi, La fortuna editoriale dei ‘Promessi sposi’, in Atlante della letteratura italiana, a cura di S. Luzzatto e G. Pedullà, vol. III, Dal Romanticismo a oggi, a cura di D. Scarpa, Torino, Einaudi, 2012, pp. 119-127.
- S. Garau, Tradurre l’immagine. Le illustrazioni nelle prime traduzioni dei ‘Promessi sposi’, in c.s.
- G. Genette, Soglie. I dintorni del testo, trad. it. a cura di C. M. Cederna, Torino, Einaudi, 1989 (in particolare: Introduzione, pp. 3-16).
- L’Officina dei ‘Promessi Sposi’, a cura di F. Mazzocca, con intervento critico di D. Isella, Milano, Mondadori, 1985 (in particolare: L’Officina visiva dei ‘Promessi Sposi’ e La progettazione visiva dei ‘Promessi Sposi’, pp. 17 e 47-156).
- F. Mazzocca, Quale Manzoni? Vicende figurative dei ‘Promessi sposi’, Milano, Il Saggiatore, 1985.
- S. S. Nigro, La tabacchiera di Don Lisander. Saggio sui ‘Promessi sposi’, Torino, Einaudi, 2012 (1° ed. 1996).
- Id., Nota critico-filologica: i tre romanzi, in A. Manzoni, I Promessi Sposi, a cura di S. S. Nigro cit., pp. IX-XVIII.
- P. Pallottino, Storia dell’illustrazione italiana, Bologna, Zanichelli, 2010 (1° ed. 1988) (in particolare: cap. 7: “Di qual parlo e di qual taccio?”, pp. 147-162).
- E. Raimondi, Il romanzo senza idillio. Saggio sui ‘Promessi Sposi’, Torino, Einaudi, 2000 (1° ed. 1974) (in particolare: La ricerca incompiuta, Il miracolo e la speranza, Il personaggio in cornice, L’antitesi romanzesca, pp. 173-307).

Persone

 

Garau S.

Docente titolare del corso

Informazioni aggiuntive

Semestre
Autunnale
Anno accademico
2017-2018
ECTS
3
Offerta formativa
Master of Arts in Lingua, letteratura e civiltà italiana, Corso di base, Conoscenze di base, 1° anno