Ricerca di contatti, progetti,
corsi e pubblicazioni

Letteratura del secondo Ottocento e del Novecento B

Descrizione

Margini e resistenza
Nella Letteratura italiana del secondo dopoguerra l’epos resistenziale assume non di rado il punto di vista della “marginalità”, dal Sentiero dei nidi di ragno (’47) di Italo Calvino a Se non ora quando? (’82) di Primo Levi. Ma è in versi, nel Diario d’Algeria (’47) di Vittorio Sereni, che la marginalità – amara alternativa dell’esperienza resistenziale che gli fu negata – diviene lirica “epopea”, quasi emblema della condizione umana: «La giovinezza è tutta nella luce / d’una città al tramonto / dove straziato / ed esule ogni suono / si spicca nel brusio. // E tu mia vita salvati se puoi / serba te stessa al futuro / passante e quelle parvenze sui ponti / nel baleno dei fari» (V. Sereni, Periferia 1940).

Modalità d’esame
Orale in sessione.

Persone

 

Jori G.

Docente titolare del corso

Informazioni aggiuntive

Semestre
Primaverile
Anno accademico
2017-2018
ECTS
3
Offerta formativa
Master of Arts in Lingua, letteratura e civiltà italiana, Foundation course, Corso, 1° anno