Ricerca di contatti, progetti,
corsi e pubblicazioni

Pensare con la mano

Descrizione

Gli strumenti digitali ed elettronici, nella precisione dei loro meccanismi automatizzati, sembrano a volte dimenticare alcune qualità essenziali che la prassi primitiva del disegno a mano può invece mantenere vive, trasformando i difetti in forze: la lentezza, l’errore e l’approssimazione, l’unicità dell’artefatto, la soggettività, la relazione col corpo, la concentrazione e il focus richiesti per il gesto decisivo, e infine anche nozioni architettoniche come la scala umana, l’atmosfera, il peso e la presenza fisica… Materializzare le idee, dare forma concreta e tattile alle intuizioni invisibili, alle immagini mentali profonde: questo corso propone una (ri)scoperta delle qualità nascoste del disegno a mano, in una danza continua tra lo spazio bidimensionale dell’immagine, l’ambito tridimensionale dell’architettura e la quarta dimensione dei fenomeni temporali, luce, suono e movimento.

Persone

 

Zimmerli S.

Docente

Informazioni aggiuntive

Semestre
Primaverile
Anno accademico
2019-2020
ECTS
2.5
Lingue
Inglese, Italiano
Offerta formativa
Master of Science in Architettura, , Corsi facoltativi, 2° anno

Master of Science in Architettura, , Corsi facoltativi, 1° anno