Ricerca di contatti, progetti,
corsi e pubblicazioni

Martino Pedrozzi

http://usi.to/ez7

Biografia

Martino Pedrozzi (Zurigo 1971) ha fondato e dirige dal 2003 il programma di summer school WISH, Workshop on international social housing (www.wish.usi.ch) presso l'Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana, dove tra il 2016 e il 2021 è stato professore invitato d’atelier di progettazione. È membro del consiglio di fondazione del "Teatro dell'architettura", un museo all’interno del campus universitario di Mendrisio dedicato alle grandi mostre, inaugurato nel 2018 con l’esposizione "Louis Kahn e Venezia".

Nel 1996, dopo la laurea ottenuta al Politecnico federale di Losanna (EPFL), ha lavorato nello studio di Oscar Niemeyer a Rio de Janeiro. Tornato in Svizzera, ha aperto il proprio studio di architettura (www.pedrozzi.com), con sede a Mendrisio. Il suo lavoro spazia da progetti urbani complessi su invito di aziende private e pubbliche come il Gruppo Bâloise o le Ferrovie Federali Svizzere, a interventi su iniziativa propria che si confrontano col patrimonio rurale della regione alpina svizzera.

L'affinità di Martino per la montagna deriva in parte da due anni della sua prima infanzia trascorsi in un remoto villaggio peruviano, dove ha vissuto gli intensi paesaggi delle Ande.

La sua attività è riconosciuta internazionalmente attraverso pubblicazioni, conferenze pubbliche e premi.

Ha pubblicato: “Il lido di Ascona di Livio Vacchini, Una teoria del giunto” (Edizioni Casagrande, Bellinzona, 2017); “Casualità e disegno, Edilizia residenziale e spazio pubblico a Lugano” (Edizioni Casagrande, Bellinzona, 2020); “Mini Cigarillos, Due mesi nello studio di Oscar Niemeyer” (Letteraventidue, Siracusa, 2020); “Perpetuare architettura, Gli interventi di Martino Pedrozzi sul patrimonio rurale in Valle di Blenio e in Val Malvaglia 1994–2017” (Park Books, Zurigo, 2020) e una raccolta online di letture: www.primavera2020.ch