Ricerca di contatti, progetti,
corsi e pubblicazioni

Astrophysical Spectropolarimetry

Persone

 

Bianda M.

(Responsabile)

Ramelli R.

(Co-responsabile)

Steiner O.

(Co-responsabile)

Belluzzi L.

(Partner di progetto)

Abstract

Uno dei capitoli aperti nello studio del campo magnetico solare, è il suo comportamento a scale spaziali inferiori ai decimi di secondo d'arco comparabili alla risoluzione dei migliori telescopi esistenti. Da simulazioni numeriche e considerazioni teoriche si sa che la geometria di questi campi é molto contorta (campo magnetico turbolento). Fino a poco più di una decina di anni fa tale campo magnetico non era misurabile. Grazie a precise misure di segnali di polarizzazione (molte delle quali eseguite all'IRSOL) ora è più accessibile. A queste scale spaziali ci si aspetta la presenza dell'effetto di dinamo locale che potrebbe generare parte del campo magnetico solare. Lo studio diretto di questo evento è possibile solamente con telescopi di prossima generazione. Siamo stati invitati dal National Solar Observatory, NSO, di Boulder che sta costruendo il telescopio DKIST dall'apertura di 4 m alle Hawaii, a collaborare nello studio di questo fenomeno. Scopo del presente progetto è di studiare la fattibilità di uno strumento, provarlo sul telescopio da 1.5 m GREGOR alle Canarie e sviluppare le necessarie competenze teoriche. In collaborazione con l'NSO si progetterà lo strumento definitivo per DKIST.

Informazioni aggiuntive

Data d'inizio
01.10.2016
Data di fine
30.04.2019
Durata
31 Mesi
Enti finanziatori
SNSF
Stato
Concluso
Categoria
Swiss National Science Foundation / Project Funding / Division II - Mathematics, Natural and Engineering Sciences