Search for contacts, projects,
courses and publications

Lettura collodiana

Description

Contenuti:
Le avventure di Pinocchio, lungi dal rimanere confinato nel comodo recinto della narrativa per l’infanzia, non è soltanto uno dei libri in cui si è rispecchiata l’identità italiana dopo l’Unità, ma un grande classico universale e uno dei testi più letti e tradotti al mondo. Questa notorietà si è imposta grazie alla straordinaria capacità del racconto di tenere uniti stili, generi e temi disparati: dalla letteratura “alta” (la tradizione romanzesca manzoniana, l’epica cavalleresca di Ariosto e Tasso) al teatro classico, a quello popolare di Sganarello e delle marionette, alla tradizione fiabesca (soprattutto Perrault, che Collodi tradusse). Ambientato in una campagna toscana riconoscibilissima eppure universale, Pinocchio, favola per tutti, riesce ad affrontare in modo implicito e lontano da ogni retorica tematiche sempre attuali come il rapporto tra individuo e potere, la povertà e il ruolo del denaro nella società, la famiglia e il senso dell’esser figli e genitori, il difficile processo della crescita e le contraddizioni dei sistemi pedagogici. Libro laicissimo (non meno dell’altro classico per la gioventù dell’età postunitaria, Cuore di De Amicis), Pinocchio affronta a suo modo anche la sfera del sacro, in un mondo dominato dalle spietate leggi dell’interesse e dell’egoismo.
La lettura, prevista per questo semestre autunnale e per il prossimo sempre il mercoledì a partire dalle ore 18.30 nell’Auditorium dell’USI, si articolerà in otto incontri:
21 ottobre: Daniela Marcheschi (Univ. di Firenze), Le Avventure di Pinocchio: il burattino domani;
28 ottobre: Marco Maggi, Pinocchio e i simulacri;
4 novembre: Giacomo Jori, Avventure di formazione: Telemaco e Pinocchio;
11 novembre: Carla Mazzarelli, Pinocchio "contro-musa" dell'arte moderna e contemporanea: da Giacometti a Cattelan;
18 novembre: Massimo Zenari, "Pinocchio" come menzogna: una lettura parallela di Giorgio Manganelli;
25 novembre: Paola Ponti (Univ. Statale di Milano), Le monete di Pinocchio. Considerazioni sul capitolo XII e XXXVI delle «Avventure»;
2 dicembre: Stefano Prandi, Una «bambinata» tra favola e pedagogia; 9 dicembre:
Corrado Bologna, Pinocolus.

Obiettivi didattici:
Gli studenti avranno modo, seguendo le letture, di affrontare le varie chiavi di lettura dell’opera, inquadrandone così in modo approfondito la fisionomia narrativa e la sua collocazione all’interno della storia letteraria sulla base di specifici aspetti formali e tematici.

Modalità di valutazione:
Prova d’esame orale. Lo studente sceglierà tre delle otto letture (ciascuna delle quali accompagnate da due dei saggi che saranno indicati dal relatore) come base di partenza del colloquio orale.
L’esame verificherà sia la conoscenza del testo (di cui si presuppone lettura integrale, in una qualsiasi edizione – del testo originale, non di rifacimenti o riscritture –), sia dei contenuti e delle problematiche delle letture prescelte.

Bibliografia:
Saggio generale obbligatorio per tutti: A. Asor Rosa, Le avventure di Pinocchio, in Letteratura italiana. Le opere, III, Dall’Ottocento al Novecento, a cura di A. Asor Rosa, Torino, Einaudi, 1995, pp. 879-950.
Il resto della bibliografia sarà reperibile sul sito desk.usi.ch

People

 

Prandi S.

Course director

Additional information

Semester
Fall
Academic year
2020-2021
ECTS
3
Language
Italian
Education
Bachelor of Arts in Italian Language, Literature and Culture, Optional course, Elective Courses, 1st year

Bachelor of Arts in Italian Language, Literature and Culture, Optional course, Elective Courses, 2nd year

Bachelor of Arts in Italian Language, Literature and Culture, Optional course, Elective Courses, 3rd year