Ricerca di contatti, progetti,
corsi e pubblicazioni

Marco Maggi

http://usi.to/hfd

Biografia

Professore straordinario di Letterature comparate e teoria della letteratura.

Laureato in Filosofia all’Università Cattolica di Milano, ha conseguito presso il medesimo ateneo un dottorato in Scienze linguistiche, filologiche e letterarie, svolgendo parte delle sue ricerche all’Università di Ginevra. È stato borsista della Scuola di studi superiori dell’Istituto italiano per gli studi filosofici di Napoli e dell’Institut d’Études littéraires del Collège de France. Ha conseguito l'abilitazione scientifica nazionale italiana a professore associato in Letteratura italiana (10/F1) e in Critica letteraria e letterature comparate (10/F4).

Studia in chiave storica e teorica le relazioni intermediali della letteratura, con particolare riguardo alla cultura visuale; i rapporti tra la letteratura italiana e le altre letterature; la lettura.

Al crocevia tra letteratura e studi visuali si collocano le monografie Modernità visuale nei "Promessi Sposi". Romanzo e fantasmagoria da Manzoni a Bellocchio (Milano, Bruno Mondadori, 2019) e Walter Benjamin e Dante. Una costellazione nello spazio delle immagini (Roma, Donzelli, 2017). Ha pubblicato testi seicenteschi sul mito di Aurora (Aurore barocche. Concerto di arti sorelle, Torino, Aragno, 2006) e il manoscritto inedito del Vocabulario italiano di Emanuele Tesauro (Firenze, Olschki, 2008). Attualmente ha in preparazione un'edizione di prose di Guido Gozzano. Ha curato il catalogo dei libri antichi di Natalino Sapegno e Giulio Augusto Levi (Torino, Aragno, 2001) e la riedizione di classici della comparazione interartistica: Rensselaer W. Lee, Ut pictura poesis (Milano, SE, 2011) e Mario Praz, Studi sul concettismo (Milano, Abscondita, 2014). Autore di numerosi saggi da Dante a Novecento, ha firmato il capitolo sull'Ut pictura poesis: il dialogo tra le arti per La cultura italiana (Torino, UTET, 2009) e quello sul Barocco per la Storia della letteratura europea (Torino, UTET, 2014).

È responsabile del fondo della germanista e comparatista Lea Ritter Santini presso l'archivio della Fondazione Centro studi storico-letterari Natalino Sapegno. È membro di Iawis/Aierti (Associazione internazionale per lo studio delle relazioni tra parola e immagine) e di ASLGC (Associazione svizzera di letteratura generale e comparata).

Per la Radio svizzera italiana ha curato la serie Classici italiani. Da Francesco d’Assisi a Italo Calvino, ciclo di 44 puntate sulla storia della letteratura italiana. Per la Fondazione Centro studi storico-letterari Natalino Sapegno ha curato la mostra documentaria Affioramenti. Fondo Lea Ritter Santini  (Morgex, 14 settembre - 10 ottobre 2018). Collabora regolarmente a "L'Indice dei Libri del Mese".