Ricerca di contatti, progetti,
corsi e pubblicazioni

«A cavalcione di questi due secoli». Cultura riflessa nelle ‘Confessioni d’un Italiano’ e in altri scritti di Ippolito Nievo

Informazioni aggiuntive

Autori
Tipo
Libro
Anno
2010
Lingua
Italiano
Abstract
Nel notevole incremento della bibliografia su Nievo degli ultimi anni, l’ambito rimasto forse più scoperto è quello della cultura dell’autore. Il lavoro intende affrontare il problema per via indiretta, analizzando la rappresentazione della cultura del narratore e protagonista delle Confessioni, Carlo Altoviti. A partire dai modelli di genere di tradizione settecentesca potenzialmente riflessi nella scrittura di Altoviti-Nievo, si passa a considerare la ‘biblioteca’ delle Confessioni, vale a dire le letture dei personaggi, i libri e gli autori ricordati dal narratore. L’analisi si apre in seguito in due direzioni. Anzitutto, su un altro romanzo, il Barone di Nicastro, che illustra il lato meno ‘costruttivo’ dell’ideologia di Nievo, non estraneo a una lettura delle Operette leopardiane. In seconda istanza, l’attenzione è rivolta invece a un genere diverso, dediche e preliminari: meno marginale di quanto non possa sembrare, se in questi testi si riflettono problematiche costanti delle modalità narrative nieviane.
Editore
Edizioni di Storia e Letteratura
Edizione
Roma
Località
Roma
Pagina fine
233