Search for contacts, projects,
courses and publications

Linguistica pragmatica

Description

Ai margini della grammatica, al centro del dialogo: i segnali discorsivi fra monitoraggio interattivo e vaghezza
Alcuni fenomeni linguistici sono stati a lungo ignorati dalla grammatica tradizionale, sia perché i modelli di lingua, spesso intesi in senso normativo, sono stati attinti da testi scritti, sia perché solo di recente la pragmatica è entrata a far parte a tutti gli effetti del sapere codificato dalle grammatiche. La pragmatica, che lega il dire a un fare, entro un contesto d’uso, ha così consentito di studiare classi di elementi che, pur appartenendo a categorie grammaticali diverse, svolgono funzioni simili e servono ai parlanti per monitorare il dialogo e per calibrare le distanze dal proprio dire e dall’interlocutore.
Tra questi elementi marginalizzati dalla grammatica, ma di importanza capitale per il funzionamento del dialogo, un capitolo importante è costituito dai cosiddetti “segnali discorsivi” (markers pragmatici) che rappresentano una interfaccia fra grammatica e pragmatica e che costituiranno l’oggetto principale del corso. Dopo una breve presentazione delle categorie fondamentali della pragmatica, e il richiamo ad alcune categorie dell’analisi del discorso (discourse analysis) e conversazionale (conversation analysis), saranno illustrate le caratteristiche costitutive dei segnali discorsivi (desemantizzazione, plurifunzionalità, dipendenza dal contesto, etc.). Verrà illustrato il ruolo che essi giocano nello sviluppo e nel monitoraggio dell’interazione, nelle operazioni di negoziazione e di attribuzione di senso. Un’attenzione particolare sarà rivolta ad alcune classi di segnali, tra i quali diversi tipi di markers metacomunicativi e markers di modulazione e di vaghezza.
Il corso prevede una serie di esercitazioni centrate sul problema della trascrizione di frammenti dialogici reali.

Modalità d’esame
Scritto in sessione.

People

 

Caffi C.

Course director

Additional information

Semester
Spring
Academic year
2017-2018
ECTS
3
Education
Master of Arts in Italian language, literature and culture, Core course, Fundamental knowledges, 1st year